Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  
AGENDA notizie dal Territorio

TEATROFESTIVAL DALLA MONTAGNA AL LAGO

Onda Teatro
Residenza Multidisciplinare “Dalla montagna al lago”

presenta


TEATROFESTIVAL – DALLA MONTAGNA AL LAGO
Quarta edizione – dal 03 al 24 luglio 2011

 

 

con il patrocinio e il contributo di

Regione Piemonte - Assessorato alla Cultura e alle Politiche giovanili
Provincia del Verbano Cusio Ossola
Comune di Gravellona Toce
Comune di Casale Corte Cerro
Comune di Baveno
Comune di Mergozzo
Comune di Stresa

 


direzione artistica

Bobo Nigrone

 

 

 

Programma

Domenica 03 luglio 2011 - STRESA
Frazione LEVO - Via Barberis Annovati - ore 21:30
Ingresso libero

C.P.E.M. Teatro
GLI OCCHI DI LEONILDA
Testo di Monica Bonetto
Con Monica Bonetto
Musiche dal vivo di Matteo Castellan

Nata a Pamparato, un piccolo paese di montagna in provincia di Cuneo nella seconda metà dell’Ottocento, Leonilda Prato è figlia di una tessitrice e di un calzolaio. Contro il parere di tutti, a 21 anni, sposa e decide di seguire l’uomo di cui si è innamorata: Leopoldo, suo compaesano, di buona famiglia, colto, bello e inquieto, che nella vita ha deciso di fare il musico ambulante.
A piedi, per i sentieri e le strade del Piemonte, della Lombardia e della Svizzera a suonare (lui la fisarmonica, lei la chitarra) e a cantare. A casa appena in tempo per partorire,  poi via di nuovo,  i figli allevati dalla nonna paterna e lo zio diacono. Ma un giorno , nel cantone svizzero del Vaud, Leonilda scopre la fotografia. Impara, si procura l’attrezzatura e ne fa il suo mestiere: fotografa ambulante. Durante la sua esistenza, che si concluderà alla fine degli Anni
Cinquanta, si sarà reinventata mille volte, mille volte sarà tornata e ripartita, e ancora altrettante avrà ricominciato da capo, con tenacia, intuito, immaginazione, coraggio, ma mai avrà smesso di fotografare.
E grazie a lei, per la prima volta, i ritratti entreranno nelle case dei più umili: sono scattati nelle aie, nei cortili, un telo damascato a far da fondale, scorci di corredo buono a contornare visi segnati dalla fatica. Leonilda ha gli occhi giusti per riuscire a render loro la dignità fiaccata dalla durezza dell’esistenza, per scrutare vanità inconfessabili, per raccontare ciò che le parole non bastano a dire.

Perché aveva un modo tutto suo di guardare e di guardarti, Leonilda, come se potesse vederti dentro, come se potesse guardare oltre, come se avesse scoperto, lei sola, a cosa servono davvero gli occhi.

In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà presso la Proloco di Levo - P.zza Montegrappa

 

Sabato 09 luglio 2011 - Casale Corte Cerro
Cortile della Scuola Media - ore 21:30 
Ingresso libero

Compagnia Teatrale Dionisi
PATATE
di Renata Ciaravino
con Matilde Facheris, Silvia Gallerano, Carmen Pellegrinelli
armonica cromatica Alberto Varaldo
regia di Valeria Talenti

Sul palco tre donne anziane, molto anziane, raccontano la guerra vista dagli occhi di chi “allora” era bambino, o ragazzo, trasformando quelle piccole storie in storie universali. Non è la guerra raccontata dall’informazione e nemmeno quella rielaborata dagli storici attraverso i documenti, è la guerra del vissuto, è la storia degli uomini e delle donne che nessuno si ricorderà più: non comandanti, non soldati, “solo” persone. Le storie raccontate nella guerra, significheranno alleati e nemici che moltiplicano i loro gesti e forse sorprendono per la crudezza o la pietà, per la malinconia o per la gioia che magari nonostante tutto si è provata negli anni della Guerre Mondiali. Perché quegli anni per alcuni anziani sono stati comunque gli anni della loro vita, e gli anni addirittura della loro infanzia. Ci sarà stata una quotidianità quindi, a volte violentata a volte resa estremamente intensa, anni di attesa o magari anni in cui comunque c’era il sapore della noia. Vita vera. A contatto a volte con la morte vera.

In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà presso il Centro Culturale Il Cerro - Fraz. Ramate

Giovedì 14 luglio 2011 - Mergozzo
Lungolago - ore 21:30
Ingresso libero

Milo e Olivia
KLINKE – Giochi di sca(to)le                            
di e con Olivia Ferraris e Milo Scotton
regia  Philip Radice

Lei viaggia il mondo in una scatola, Lui è pronto a tutto pur di evitarla... Un corteggiamento mozzafiato per una bizzarra storia d’amore!
Personaggi eccentrici, equilibri a 5 metri di altezza, acrobazie su scale sospese in bilico nel vuoto, arrampicate verso il cielo sorrette da ampi tessuti bianchi, giocoleria, verticalismi. Grazie alla raffinatezza e alla polivalenza dei due artisti, lo spettacolo conduce elegantemente il pubblico all’interno del travolgente mondo del nuovo circo, tenendo grandi e piccini con il fiato sospeso. Nel miglior stile del circo-teatro Milo e Olivia creano immagini fantastiche che diventano oggetti, personaggi e situazioni di una divertentissima ed emozionante serata.

Sabato 16  luglio 2011 - Gravellona Toce
Villa Lagostina - Via Martiri 101 - ore 21:30
Ingresso libero

Teatro Popolare Europeo
PASTA MADRE
di Alessandra Rossi Ghiglione e Antonella Enrietto
con Antonella Enrietto
regia Alessandra Rossi Ghiglione

Cucinare. Piccolo rito quotidiano che nutre di amore e di sacralità la vita. Farlo come una preghiera. Ogni tempo forte dell’anno è segnato da un cibo, da una particolare combinazione di farina acqua sale lievito e qualche altro ingrediente. I cibi tradizionali delle feste, ma anche i cibi che si preparano in molte parti del mondo per chi partecipa a una veglia funebre.
L’immagine che nasce da queste suggestioni è quella di una veglia funebre allestita nella cucina di una gioiosa e vigorosa antenata, già defunta eppur colta nel momento del suo definitivo passaggio nel “dopo”, in un limbo tra vita e morte. Maestra di vita e cuoca sapiente. Taglia, trita e sminuzza, cuoce, prega, medita, racconta, canta, ricorda. Per dire la vita, le sue soglie, i suoi passaggi.
 
Domenica 17 luglio 2011 - Stresa
Magognino - P.zza Vittorio Emanuele - ore 21:30
Ingresso libero

Freakclown
ANDEMM
di e con Alessandro Vallin e Stefano Locati

In questo spettacolo i due artisti mescolano le arti circensi della giocoleria, l’equilibrismo e l’acrobatica con un’impronta fortemente comica.
Il punto di forza sono i due personaggi che si rifanno al clown, stravolgendolo fino a farlo diventare assurdo.
Intorno a loro ruotano i numeri di virtuosismo circense come il passing con le clave, e l’uso di oggetti comuni quali i tre palloni in equilbrio o la racchetta da tennis-devil stick.
Lo spettacolo è adatto ad un pubblico di tutte le età, e lo spettatore si sente partecipe degli equilibri sulla valigia o catturato dalle figure acrobatiche dei due attori, che fanno vivere I personaggi nello spazio scenico di una piazza , rifacendosi all’ antica arte del saltimbanco.
Un ruolo fondamentale è dato alla musica, sia che provenga da un baule, o che sia suonata dalla chitarra o dalla batteria ”artigianale” dei due ecclettici artisti.

Domenica 24 luglio 2011 - BAVENO
Piazza Dante Alighieri - ore 21:30
Ingresso libero

Orkestra Zbylenka
FESTIVAL DI FESTIVAL
di e con Gilberto Tarocco (sax baritono, flauto, fisarmonica, voce), Sandro Di Pisa (chitarra elettrica, ukulele, voce, bassi), Fabio Koryu Calabrò (voce, percussioni, ukulele) e Giuseppe Boron (sax soprano e tenore, clarinetto, ukulele, percussioni e voce).


“Festival di Festival” è IL FESTIVAL INTERNAZIONALE di musica etnica.
Star di tutto il mondo si susseguiranno sul palco e vi accompagneranno con le musiche della loro terra. L’Orkestra Zbylenka, dal centro-europa, eccezionali interpreti della tradizione balcanica.
Sandor Aspidi alla chitarra elettrica, Gilbuz Tarokov al sax baritono, Fiabo Brokalowsky  alle percussioni e voce, Josepf Boronescu al sax soprano. Los Bilencos, dal Messico con Miguel all’ukulele, Miguel all’ukulele e Miguel all’ukulele,  e un ospite davvero straordinario, il cui nome non riveleremo mai neppure sotto tortura. Ma ecco arrivare Joao Sbilencao ed il suo gruppo dal Brasile con il samba e la bossa nova, naturalmente Joao Sbilencao alla chitarra elettrica, Gilberto al flauto traverso e Pepinho&Koryunho alle percussioni. Dagli USA, un gruppo di italo-americani, figli di emigrati napoletani, The Sbee Lenk Quartet, con Peppino al sax tenore, Pasquale alla chitarra elettrica, Gennaro al sax baritono e Salvatore alle percussioni e voce in un repertorio jazz-blues-partenopeo di grande effetto. Grande successo in Francia ed ora anche al “Festival di Festival” per L’Orchestre Sbilenque da Parigi, con Gilbert Sbilenque alla fisarmonica, Sander Sbilenque alla chitarra, Joseph Sbilenque al clarinetto e Monsieur Sbilenque alla voce. Chiuderà questa grande kermesse, a furor di popolo, un grande ritorno, l’OZ.
Chi vincerà il festival? Lo scoprirete solo vivendo. Quattro simpatici presentatori vi accompagneranno in questa carrellata musicale. Buon divertimento……….Ma non andate via …….c’è il “Dopo Festival” in cui non potete perdere la performance degli Alpini di Mare!

In caso di pioggia lo spettacolo si svolgerà pressola Sala Nostr@domus di Baveno

 


INFO: Onda Teatro – Tel. 011 197 402 90 – Fx. 011 197 402 62 – www.ondateatro.it
UFFICIO STAMPA: Luisa Deruschi - 011 197 402 90 – 347 45 59 162  info@ondateatro.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ONDA TEATRO – Residenza Multidisciplinare dalla Montagna al Lago
Sede Organizzativa :C/o Casa del Teatro Ragazzi e Giovani - Corso Galileo Ferraris n.266 - 10134 Torino
TEL + 39 011 197 402 90 - FAX + 39 011 197 402 62  Sede legale: Via Priocca n. 24 - 10152 Torino
 P.I. 07041480018 - info@ondateatro.itwww.ondateatro.it


Versione stampabile

 

allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | CONTRATTO DI LAGO
       | Amici dell`ecomuseo
       | Amici d`Oro
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | Concorsi
       | PhantomGhost
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.