Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  

Torna a >Giro Lago

L`ANELLO AZZURRO: ORTA - PELLA
 

Sacro Monte di Orta- Pella

Percorribile: a piedi  lunghezza: 14,0 km
Paesi toccati: Orta, Legro, Corconio, Bolzano, Gozzano, San Maurizio, Lagna, Pella

Il punto di partenza è il Sacro Monte di Orta. Scendiamo in direzione della strada regionale 229 e proseguiamo in salita in direzione di Legro.
Dopo la stazione di Orta-Miasino, proseguiamo sempre diritto seguendo per la Strada della Prisciola e superando sulla destra l`Hotel Villa San Francesco. Proseguiamo fino ad incontrare la strada sterrata che ci condurrà alla chiesa di Santo Stefano a Corconio.
Risaliamo ora verso il cimitero di Corconio fino ad incontrare la strada provinciale. Qui scendiamo fino al ponte sulla linea ferroviaria e svoltiamo a destra: subito dopo la cascina prendiamo la strada sterrata che sale a sinistra.
Superiamo la fonte Bersanella e sbuchiamo in Via Artogno a Bolzano Novarese. Allo stop svoltiamo a destra e seguiamo fino allo stop successivo lungo Via Mario Motta. Qui svoltiamo di nuovo a destra e raggiungiamo in breve l`imbocco di Via Marangoni che conduce al Lido di Buccione.
Raggiungiamo il porticciolo del golfo di Buccione scendendo lungo lo sterrato della Via Fransisca. Svoltiamo ora a sinistra e proseguiamo costeggiando il lago: sulla nostra destra possiamo ammirare numerosi canneti, l`Isola di S. Giulio ed il Colle con la Torre di Buccione. La strada non presenta particolari difficoltà essendo tutta pianeggiante.
Dopo 2 km circa raggiungiamo Cascina Fara sulla nostra destra, mentre a sinistra vi è un sentiero che sale fino alla Chiesa della Madonna di Luzzara. Proseguendo oltre inizia un tratto di strada asfaltata che sbuca in Via F.M. Beltrami della frazione Pascolo di San Maurizio d`Opaglio. Una salitella ci separa dall`incrocio con la strada che a sinistra sale verso Sazza. Proseguiamo sempre diritto seguendo Via 6° Brigata Nello e attraversiamo le strette vie dell`abitato di Pascolo.
Arrivati a fianco del ristorante da Venanzio si diparte un viottolo sterrato che prima sale leggermente e poi spiana. Ci troviamo a Punta Casario, poco oltre un cartello ci segnala, a sinistra, la strada che sale alla Fontana di S. Giulio. Il sentiero prosegue fino quasi a scomparire in un cancello: in realtà un sentiero molto stretto a ridosso del muro di cinta costeggia la villa Guadagnini. Dietro alla villa troviamo una pineta ed una spiaggetta dalla quale si gode una vista meravigliosa dell`Isola di S. Giulio. Proseguiamo oltre, dopo una prima casetta recentemente ristrutturata sulla sinistra protetta da un alto cancello possiamo ammirare la Villa Castelnuovo: la strada si stringe un pochino tra due siepi fino a quando si arriva alla base di una salita sterrata della lunghezza di poco più di 100 metri ma abbastanza impegnativa. In cima alla salita termina la strada sterrata e sbuchiamo in Via Fratelli Di Dio nella frazione Lagna di San Maurizio d`Opaglio. Oltrepassiamo sulla nostra destra la Chiesa di San Rocco e proseguiamo svoltando a sinistra e attraversando il piccolo torrente fino ad arrivare alla strada provinciale 48 Lagna - Pella. Svoltiamo ora a destra in direzione dell`abitato di Pella e raggiungiamo la frazione di Roncallo al Lago. Poco oltre, presso la frazione Prorio a sinistra, possiamo ammirare l`antica Chiesa di San Filiberto. Proseguendo sulla strada raggiungiamo il centro storico di Pella


Versione stampabile
» Zoom

» Zoom


allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | Amici dell`ecomuseo
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.