Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  

Torna a >Progetti didattici

08 _ 2005/2006 IL MONDO DELLA PIETRA
 

L’Ecomuseo del lago d’Orta e Mottarone, attivo dal 1997 nell’opera di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio di storia e di tradizioni del territorio di riferimento, ha messo in atto a partire dal 2001 una serie di iniziative volte alla riscoperta ed alla promozione dei valori e delle caratteristiche del territorio Cusio - Mottarone.
Mettendo a frutto i numerosi spunti scaturiti nel corso dell’organizzazione e della realizzazione di queste iniziative, l’Ecomuseo propone ora un progetto articolato su un nuovo tema, attraverso il quale si auspica di ottenere un ampio coinvolgimento di pubblico, un approfondimento della ricerca ed una sensibilizzazione del mondo della scuola, espressione del “futuro” del nostro territorio. Il tema della pietra, della sua lavorazione, del suo utilizzo, e di ciò che ha comportato tale “sfruttamento”. In questo argomento l’Ecomuseo vede infatti non solo una preziosa riscoperta di mestieri ormai abbandonati, ma anche la nascita di una importante discussione sulle opportunità che gli uomini hanno saputo sfruttare e le conseguenze ambientali; una analisi delle risorse di un ambiente di riferimento, che sono espressione di una storia della produzione lavorativa, a confronto con le possibilità e le necessità di salvaguardia del patrimonio naturalistico.
Tale discussione si auspica di avviare un processo di approfondimento che non si limiti ad una semplice analisi dello stato di fatto, ma che possa essere anche propositiva. Infine l’Ecomuseo auspica che su questo tema possa convergere anche l’interesse e quindi il sostegno di quegli operatori economici e sociali che nel territorio cusiano sono attivi in settori strettamente collegati all’argomento, nella certezza che l’insieme delle iniziative potrà dare lustro e visibilità anche al loro impegno.

SOGGETTI CONVOLTI NELLA PREDISPOSIZIONE E REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Comune di Madonna del Sasso:  
visita al museo dello scalpellino / macina di pietra per la canapa di Centonara / Santuario su sperone di roccia.
Alpe Selviana Coop. Agricola “Il Glicine”:
collezione di minerali del Mottarone / laboratorio di microscopia / Corso “Stimolazione alla lettura degli elementi del territorio.
Associazione Walser di Campello Monti:
consulenza e collaborazione di un geologo specializzato per lezioni in classe e ciclo di conferenze “La pietra: opportunità e salvaguardia”.
Gruppo mineralogico Ossolano:
consulenza e collaborazione per la stesura di schede gioco da fornire ai partecipanti al progetto rivolto alle scuole.
Associazione di storia quarnese:
visita al museo etnografico e degli stumenti musicali a fiato/ sezione naturalistica con collezione di minerali / mulino per cereali.
Laboratorio di Arti Visive di Granerolo:
consulenza e collaborazione per il laboratorio di scultura e per la conferenza “La pietra nell’arte”.
Trek 2000:
Giornata dedicata alla visita in grotta per piccoli gruppi.
CAI Novara gruppo grotte:
Collaborazione per la conferenza “Le grotte di Sambughetto”
Comune di Valstrona
Comunità Montana dello Strona e Basso Toce

OBIETTIVI
L’Ecomuseo propone per l’anno scolastico 2005-2006 una serie di interventi, che mirano a coinvolgere gli studenti e gli insegnanti delle scuole del territorio, nonché tutte le persone interessate al tema e fare da stimolo per raggiungere:
· Conoscenza dell’elemento pietra: caratteristiche, tipologia, distribuzione sul territorio
· Conoscenze del rapporto tra l’uomo e la risorsa naturale pietra: sfruttamento e opportunità
· Consapevolezza delle differenze tra lavorazione di un tempo e attuale lavoro di cava
· Consapevolezza sull’importanza di conservazione e salvaguardia dell’ambiente naturale

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO
Nell’ottica di coinvolgere la popolazione a più livelli sono stati elaborati diversi interventi da proporre nelle scuole, agli insegnanti e a tutti gli interessati, che affrontano il tema della pietra secondo un approccio multidisciplinare, connesso ai diversi siti dell’Ecomuseo e alle differenti realtà presenti sul territorio.  I diversi approcci permettono che ciascuno possa trovare propri spunti di approfondimento.
Negli interventi trovano ampio spazio momenti dimostrativi e di sperimentazione diretta da parte dei destinatari, per un apprendimento più facile ed un coinvolgimento emotivo nelle attività proposte.
L’Ecomuseo per svolgere gli interventi indicati si avvale di un gruppo di operatori qualificati, specializzati nelle diverse aree disciplinari.


ATTIVITA’ PROPOSTE
Scuole elementari e medie del territorio dell’Ecomuseo della provincia del VCO

Viene data la possibilità alle classi aderenti di scegliere, in base all’età degli studenti e alla chiave di lettura prescelta, una composizione di una lezione in classe , una  visita e un laboratorio.

LEZIONI IN CLASSE:

Un mestiere pericoloso: Storia della lavorazione della pietra dai tempi più antichi, massi erratici e incisioni rupestri, ai primi scalpellini, con il loro coraggio e la loro caparbietà, all’utilizzo della pietra oggi.

Le grotte e le pietre nell’immaginario. Riti, leggende e tradizioni: Per stimolare la fantasia con storie ambientate in cupi ma affascinanti ambienti di cava, raccontare riti un tempo attuati e calarsi in un mondo magico e ricco di tradizioni.

I minerali e le miniere, il loro sfruttamento: Un esperto geologo coinvolgerà bambini e ragazzi nel gioco del riconoscimento dei minerali e li stimolerà all’osservazione delle diverse pietre presenti nell’ambiente che li circonda.

VISITE GUIDATE

Museo dello scalpellino di Madonna del Sasso, Macina di Centonara e Santuario: Un museo che espone strumenti, documenti e manufatti, ma soprattutto racconta attraverso video, ricerche storiche e iconografiche il mestiere durissimo dello scalpellino. La visita è seguita da un momento giocoso tramite il quale si prende confidenza con il museo e con la storia e i materiali che esso racconta. Il Santuario di Madonna del Sasso balcone panoramico su sperone di roccia affascinante e ricco di leggende.

Visita guidata ad una grotta di Sambughetto: i bambini e i ragazzi saranno muniti di caschetto con pila frontale e verranno invitati a scoprire i misteri e le meraviglie di una grotta naturale in compagnia di un esperta guida naturalistica.

Visita guidata alla cava di Agrano, collezione di minerali e laboratorio di microscopia: visita alla collezione di minerali del Mottarone dell’Alpe Selviana e laboratorio di microscopia. Il gruppo verrà quindi guidato da un accompagnatore naturalistico alla cava di Agrano per l’osservazione diretta del materiale pietra, dopo un pranzo al sacco consumato all’aperto si rientrerà all’Alpe Selviana.

Museo etnografico e dello strumento musicale a fiato, mulino per la molitura dei cereali e sezione naturalistica di Quarna Sotto: Per scoprire come si viveva un tempo e come la pietra, soprattutto piode e ciotoli di fiume, siano stati ampiamente sfruttati nella costruzione di ambienti e strutture abitative e non. La sezione naturalistica permette di osservare i numerosi minerali in esposizione.


LABORATORI IN CLASSE:

Giocare con le pietre: Attività di manualità per la realizzazione di semplici ornamenti in pietra, composizioni creative utilizzando le pietre e creazione di piccoli paesaggi.

Laboratorio di microscopia all’Alpe Selviana: Visita ai massi erratici: da problema ad opportunità. Osservazione e studio dei minerali del Mottarone esposti presso l’Alpe Selviana e utilizzo del microscopio per conoscere da vicino vegetali, insetti e rocce locali. Raccolta in natura di rocce, e riconoscimento di massima con mezzi visivi e meccanici. I campioni raccolti resteranno agli alunni.

Creare un mosaico: Un lavoro di pazienza, fantasia e abilità manuale per creare con le proprie mani un’opera d’arte sotto l’attenta guida di un esperto scultore e ceramista.
Insegnanti e pubblico di interessati

LA PIETRA: OPPORTUNITA` E SALVAGUARDIA
Ciclo di conferenze con richiesta di riconoscimento quale corso di aggiornamento al provveditorato agli studi del VCO e NO

Il cicli di conferenze si terrà presso il Forum di Omegna in orario serale (dalle 21.00 alle 23.00) e si propone di informare il pubblico sulla situazione attuale e stimolare la discussione sui possibili scenari futuri. Sono previsti sette incontri tenuti da esperti del settore (storici, geologi, architetti, storici dell’arte).
Gli incontri verranno articolati secondo la seguente scaletta:

Temi degli incontri proposti:

L’età della pietra: l’uso di questo elemento naturale  nei tempi più remoti.
Come la pietra sia stata utilizzata dall’uomo fin dalla preistoria.

Costruire con la pietra. Storia, tecnica e opportunità del costruire.
Scoprire tutte le differenti possibilità e le tecniche tradizionali di utilizzo della pietra nelle costruzioni: dai tetti in piode ai muri a secco, dai ciotoli di fiume ai sampietrini, dal marmo al granito. Tutto ciò messo a confronto con la salvaguardia dell’ambiente naturale e la necessaria tutela dei beni paesaggistici.

Il mestiere dello scalpellino e la lavorazione della pietra nel VCO.
La storia dell’uomo e dello sviluppo di un mestiere che, per circa due secoli, ha caratterizzato alcune zone del territorio.

La geomorfologia.
La storia della formazione e dell’evoluzione geomorfologica del territorio, per comprendere ed avvicinarsi alle più recenti teorie sulla formazione di monti e laghi.

Minerali e miniere nel VCO.
Panoramica delle caratteristiche geologiche del territorio. Le miniere come e quando venivano utilizzate, analisi del rapporto uomo-ambiente.

La pietra nell’arte.
Arte e scultura come mezzo di comunicazione ed espressione di sentimenti, emozioni e idee. Cosa nasconde la pietra? Come un’artista si confronta con questo materiale?

Le grotte di Sambughetto.
La formazione delle grotte, i fossili, e i risultati delle ricerche effettuate dal CAI Novara. Un percorso attraverso immagini di appassionati speleologi.

 

Stimolazione alla lettura degli elementi del territorio
Corso con richiesta di riconoscimento quale corso di aggiornamento al provveditorato agli studi del VCO e NO

COIVOLGIMENTO ATTIVO DEI DESTINATARI
Il progetto si auspica di fornire a insegnanti e studenti alcune chiavi di lettura del territorio. Si vuole suggerire agli insegnanti di esplorare il territorio adiacente la scuola, cercando di leggerne le caratteristiche, per quest’anno concentrandosi sulla geologia. Si invitano le classi a produrre disegni e foto, nonché a raccogliere campioni di rocce da ricollocare su di una cartina, e a riprodurre in classe un “plastico geologico” del proprio comune.
Agli insegnanti iscritti al corso di “Stimolazione alla lettura degli elementi del territorio”, sarà chiesto di restituire alcuni esempi di esercitazioni in classe effettuate a seguito della partecipazione al corso.

Durante le attività realizzate dall’Ecomuseo nelle classi verrà proposto agli alunni ed agli insegnati, come stimolo all’approfondimento ed alla ricerca, di indagare su una particolare tradizione, testimonianza, o leggenda, riguardante il tema della pietra. Si vuole così stimolare gli studenti al confronto con le persone più anziane del paese che ancora hanno memoria di riti, racconti folkloristici , tradizioni lavorative o quant’altro di caratteristico si voglia testimoniare e rinvigorire per non lasciare che le nostre radici si perdano col passare del tempo.
Il materiale raccolto dalle classi confluirà in una pubblicazione che verrà presentata al termine dell’anno 2006.

MATERIALE CONSEGNATO

Tutti gli interventi relativi al progetto rivolto alle scuole sono accompagnati dalla distribuzione alle classi partecipanti di schede didattiche e di verifica dei temi affrontati.

Ai partecipanti al ciclo di conferenze “La pietra: opportunità e salvaguardia” sarà consegnata una dispensa che raccoglierà tutti i testi degli interventi dei relatori partecipanti.


Versione stampabile
» Zoom


allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | Amici dell`ecomuseo
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.