Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  

Torna a >LAGO D`ORTA

Fauna ittica del lago d`Orta
 

FAUNA ITTICA DEL LAGO D’ORTA

AGONE

NOME LATINO: Alosa fallax lacustris
FAMIGLIA: Clupeidae
ORDINE: Clupeiformes

MORFOLOGIA: forma allungata e compressa lateralmente; colorazione verde azzurra sul dorso ed argentea sui lati e sul ventre; una serie di macchie scure sul dorso; profilo ventrale pungente. Una membrana trasparente di natura adiposa ricopre la parte anteriore e posteriore dell’occhio.

TAGLIA: può superare i 30 cm.

DISTRIBUZIONE: grandi laghi prealpini.

HABITAT: specie gregaria di origine marina con abitudini migratorie; è divenuta sedentaria tipicamente nei grandi bacini lacustri subalpini.

ALIMENTAZIONE: principalmente a base di organismi zooplanctonici, ma anche d’insetti e più raramente di pesci.

RIPRODUZIONE: acque basse con fondali sabbiosi in prossimità della foce dei fiumi immissari.



ALBORELLA

NOME LATINO: Albunus alborella
FAMIGLIA: Cyprinidae
ORDINE: Cypriniformes

MORFOLOGIA: forma allungata e compressa lateralmente; colorazione verde con riflessi argentei.

TAGLIA: massimo 15 cm.

DISTRIBUZIONE: fiumi e laghi di piccole dimensioni in tutta l’Italia; manca nelle isole.

HABITAT: vive in gruppi numerosi nelle acque superficiali pelagiche, migrando tuttavia anche nella zona litorale. Trascorre il periodo invernale a profondità maggiori rispetto a quelle degli altri ciprinidi.

ALIMENTAZIONE: zooplancton, larve di insetti, insetti adulti, detrito vegetale.

RIPRODUZIONE: la deposizione avviene a partire da maggio su bassi fondali sabbiosi o ghiaiosi; la schiusa avviene dopo 4 o 5 giorni.

NOTE: dalle sue scaglie si estraevano delle sostanze per fare perle artificiali.


ANGUILLA

NOME LATINO: Anguilla anguilla
FAMIGLIA: Anguillidae
ORDINE: Anguilliformes


MORFOLOGIA: corpo molto allungato a sezione cilindrica anteriormente e compressa lateralmente nella regione della coda; colorazione molto scura sul dorso, giallastra o grigia sul ventre; pinna dorsale, caudale ed anale fuse in un’unica pinna. Scaglie piccolissime e cute molto scivolosa per l’abbondanza di muco prodotto da apposite cellule cutanee.

TAGLIA: può raggiungere 150 cm. di lunghezza.

DISTRIBUZIONE: acque salmastre costiere e acque interne di ogni tipo.

HABITAT: predilige ambienti con fondali melmosi pur adattandosi a qualunque ambiente d’acqua dolce.

ALIMENTAZIONE: invertebrati acquatici, piccoli pesci ed uova di pesce in attesa di schiusa, rane, girini, vermi.

RIPRODUZIONE: specie a migrazione catadroma (dai fiumi scende al mare per riprodursi).


CARPA

NOME LATINO: Cyprinus carpio
FAMIGLIA: Cyprinidae
ORDINE: Cypriniformes


MORFOLOGIA: corpo di forma ovale, bocca protrattile con labbra carnose, squamatura grossa e regolare, colorazione bruno-verde sul dorso, gialla sul ventre.

TAGLIA: 20-40 cm. (300-1000 g.) a 3-4 anni.

DISTRIBUZIONE: in acque stagnanti o a debolissima corrente.

HABITAT: tra la vegetazione di riva e di stretta vicinanza con fondali di tipo melmoso.

ALIMENTAZIONE: invertebrati di fondo, larve di insetti ed avannotti di altri pesci.

RIPRODUZIONE: ha luogo in acque molto basse. Le uova molto piccole (1 mm.) rimangono attaccate alle piante e si schiudono in 3-8 giorni.

NOTA: è originaria dell’Est europeo e dell’Asia orientale. E’ molto longeva. Anche se raramente, può raggiungere 40 anni di età.


CAVEDANO

NOME LATINO: Leuciscus cephalus
FAMIGLIA: Cyprinidae
ORDINE: Cypriniformes


MORFOLOGIA: corpo slanciato e affusolato, bocca grande terminale e retrattile, scaglie circolari con margine finemente punteggiato, colorazione verdastra sul dorso, si attenua sui fianchi, giallastra e bianca sul ventre. Pinna dorsale con tre raggi indivisi e otto divisi, pinna anale di piccole dimensioni.

TAGLIA: 20-40 cm. a 7-10 anni (600-1000 g.), raramente fino a 60 cm. (4 kg.).

DISTRIBUZIONE: acque dolci dell’Italia peninsulare.

HABITAT: acque correnti e limpide, zone litorali dei laghi di grandi dimensioni. I giovani formano piccoli gruppi, gli adulti hanno abitudini solitarie.

ALIMENTAZIONE: è onnivoro; i grossi individui sono prevalentemente ittiofagi.

RIPRODUZIONE: la deposizione avviene tra aprile e giugno in acque litorali.

NOTA: il termine leuciscus significa “splendente”.


LUCCIO

NOME LATINO: Esox lucius
FAMIGLIA: Esocidae
ORDINE: Clupeiformes


MORFOLOGIA: corpo allungato, testa grossa con bocca terminale molto grande, foggiata a “becco d’anitra”, munita di denti robusti; pinna dorsale breve spostata verso la coda; colorazione del dorso bruno-verde con macchie di colore più scuro. Gli individui che vivono in acque ferme hanno il corpo leggermente più tozzo.

HABITAT: zone litorali d’ambienti lacustri e acque fluviali a corrente modesta; predilige le zone ricche di vegetazione acquatica.

ALIMENTAZIONE: predatore di altri pesci ma anche di rane e piccoli mammiferi.

RIPRODUZIONE: la deposizione avviene tra marzo e maggio; predilige le acque molto basse ed i prati inondati dalle piene primaverili. Le larve rimangono fissate agli steli d’erba per mezzo di organi adesivi posti sul capo fino all’assorbimento del sacco vitellino.


PESCE PERSICO

NOME LATINO: Perca fluviatilis
FAMIGLIA: Percidae
ORDINE: Perciformes


MORFOLOGIA: corpo di forma ovale, dorso arcuato e peduncolo caudale stretto; bocca terminale di grandi dimensioni; doppia pinna dorsale, di cui una munita di raggi spinosi; colorazione del dorso verdastra con tonalità scure, bianco il ventre; pinne pettorali giallastre, le altre (ventrali, anale e caudale) di colore aranciato.

TAGLIA: 25 cm. (300 g.) a 4 anni; arriva a volte a 40-50 cm. (1,5 kg.).

DISTRIBUZIONE: Italia settentrionale e centrale.

HABITAT: ambiente lacustre litorale e fluviale a corrente molto debole.

ALIMENTAZIONE: invertebrati da giovane, altri pesci da adulto.

RIPRODUZIONE: depone tra aprile e la fine di maggio; riproduce in acque basse con fitta vegetazione o con abbondante presenza di radici; le uova hanno un diametro di 2 mm. circa; la schiusa si ha dopo 2-3 settimane; le larve, riassorbito il sacco vitellino, si riuniscono in grandi banchi nelle acque superficiali lungo le rive.


TINCA

NOME LATINO: Tinca tinca
FAMIGLIA: Cyprinidae

MORFOLOGIA: forma del corpo massiccia e leggermente compressa lateralmente nella parte posteriore squamatura molto piccola e superficie corporea coperta di secrezione mucosa; bocca terminale con labbra carnose e munita di due barbigli. Pinne brevi ed arrotondate, pinna caudale quasi priva di concavità; colorazione verde-blu sul dorso, verde-gialla sui fianchi e gialla sul ventre.

TAGLIA: 25-30 cm., raramente raggiunge e supera i 50 cm. (2 kg. di peso).

DISTRIBUZIONE: in tutto il territorio italiano.

HABITAT: vive in acque stagnanti o a corrente molto lenta, ricche di vegetazione.

ALIMENTAZIONE: invertebrati, ma anche detriti vegetali.

RIPRODUZIONE: depone verso fine primavera in acque basse ricche di vegetazione, il numero delle uova è elevato. Le larve possiedono organi adesivi e la loro crescita è molto lenta.

NOTA: è allevata anche se le sue carni sono poco pregiate per il forte sapore di fango.


TROTA

NOME LATINO: Salmo trutta lacustris
FAMIGLIA: Salmonidae
ORDINE: Salmoniformes


MORFOLOGIA: forma del corpo slanciata, più tozza tuttavia rispetto alla forma di torrente. Colorazione blu - verde sul dorso, argentea sui fianchi e sul ventre. Sono presenti piccolissime macchie scure sui fianchi.

TAGLIA: 40-50 cm.

HABITAT: acque pelagiche dei laghi a profondità variabile in relazione alla stagione.

ALIMENTAZIONE: zooplancton, invertebrati acquatici e piccoli pesci.

RIPRODUZIONE: depone nel tardo autunno nei fiumi immissari dove i giovani rimangono per due o tre anni prima di migrare nelle acque pelagiche del lago.

NOTE: nel lago d’Orta sono presenti tre specie: trota fario, trota iridea e trota mormorata.


La descrzione della fauna è tratta da Adesso ti racconto un lago ed è stata compilata dalla

Scuola media
Istituto Comprensivo di San Maurizio d’Opaglio

Foto 1: Pesce Persico
Foto 2: Trota
Foto 3: Carpa
Foto 4: Tinca


Versione stampabile
» Zoom

» Zoom

» Zoom

» Zoom


allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | Amici dell`ecomuseo
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | Concorsi
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.