Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  

Torna a >Storia e Tradizioni

La tornitura del legno a Pettenasco
 

Pettenasco (la medievale Pictinascum) era un tranquillo paese di pescatori e mugnai non privi di intraprendenza.

Alla fine del Settecento i mulini che sfruttavano i salti d’acqua della roggia, derivata dal torrente Pescone, detta appunto molinara erano cinque.

Nell’Ottocento la fine dell’uso dei mulini con macina lasciò disponibili ambienti e forza idraulica e, con il passar degli anni si cominciò a pensare alla possibilità di sistemare in quei locali abbandonati delle tornerie del legno. I vecchi mulini si trasformarono quindi in Tornerie Idrauliche in Legno chiamate dai locali “fabbriche”.

Pionieri della nuova attività furono i fratelli Bartolomeo ed Evaristo Maulini, che nella seconda metà dell’Ottocento impiantarono un laboratorio nel primi tratto del canale. Il nuovo mestiere fece proseliti attirando altri artigiani della valle dello Strona, e da tutti i dintorni, e rappresenta presto uno degli aspetti più interessanti e redditizi dell’economia locale. Gli insediamenti andarono via via scendendo più a valle.

Nei primi anni del ‘900 Pettenasco (circa 1.000 abitanti) è ancora un paese la cui economia si basa principalmente su agricoltura, pesca e allevamento; l’industria del legno intanto comincia ad intensificarsi.

Nel 1922, come risulta dai documenti ufficiali, ben sei tornerie in legno erano attive in Pettenasco: Bezzi Fratelli, Maulini Bartolomeo, Maulini Evaristo, Piazza Battista, Albini e Bisetti, Martinazzi Francesco.

Sei “fabbriche” a testimonianza di una attività tradizionale forte, proseguita fino agli anni ‘65/70 e poi abbandonata a causa dell’avvento delle materie plastiche.


Versione stampabile
» Zoom

» Zoom

» Zoom

» Zoom


allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | Amici dell`ecomuseo
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.