Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  

Torna a >Progetti didattici

03 _ 2011/2012 UN ARCOBALENO DI SAPORI
 

PROGETTO INFEA – NOVARA
UN ARCOBALENO DI SAPORI Il piatto del giorno

Enti proponenti:
L’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone è stato istituito nel 1997, per impulso della provincia di Novara, sulla base della LR 31/95 con finalità di documentare e valorizzare le relazioni tra ambiente naturale ed ambiente antropizzato, mediante il coinvolgimento attivo della popolazione nel territorio. L’Associazione conta 36 soci tra cui i comuni del Lago d’Orta, la Comunità Montana  e diverse associazioni culturali, nonché le Province di Novara e del VCO. Da anni propone alle scuole del territorio percorsi di Educazione Ambientale

L’Associazione Abacashì nasce nel 1993 e lavora per la promozione dei consumi sostenibili e dell’intercultura. Nel 2008, in collaborazione con la Provincia di Novara, avvia il progetto “pagine Arcobaleno” già presente e attivo in diverse località italiane allo scopo di valorizzare le produzione locali e di interagire con i consumatori attraversi la rete dei Gruppi di Acquisto Solidale (G.A.S.).

Sintesi e ragioni del progetto:
la velocità dei processi di trasformazione del territori ha determinato, nella fase dell’industrializzazione, la perdita delle relazioni tra l’uomo e l’ambiente. La deindustrializzazione attuale, che spinge a ricercare nel turismo la soluzione ai problemi economici, comporta il rischio di iniziative a loro volta impattanti.
Il settore agricolo locale, principale presidio alla stabilità del suolo, risente degli effetti negativi combinati della globalizzazione e della grande distribuzione. I consumi sono caratterizzati da una ricerca del prodotto meno costoso, alimentando un mercato di beni di scarsa qualità che hanno un alto impatto ambientale per tipologia di produzione, distribuzione e vendita. Ciò è solo in parte bilanciato dalla crescente richiesta del pubblico di “sapori veri del territorio” che si scontra però con una scarsa conoscenza della filiera produttiva. E’ per questo necessario avviare un processo di conoscenza delle realtà produttive del territorio: educare le nuove generazioni al consumo critico dal momento che è necessario riannodare un legame di conoscenza che connetta le persone ai luoghi, attraverso un processo di riscoperta ed educazione.

Obiettivi:
L’ecomuseo propone una serie di interventi, che mirano a coinvolgere gli studenti e gli insegnanti delle scuole del territorio, nonché tutte le persone interessate al tema a fare da stimolo per:
- Aumentare l’attenzione nei confronti del territorio
- Riflettere sulle conseguenze delle nostre abitudini alimentari in campo ambientale e sociale
- Modificare le proprie abitudini alimentari, in relazione alla nuova consapevolezza acquisita
- Riflettere sul possibile sviluppo sostenibile
- Diventare consapevoli dell’importanza di conservazione e salvaguardia della memoria e dell’ambiente

Classi coinvolte:
9 classi del territorio cusiano  di scuola Primaria o Secondaria di I e II grado:
Scuola Primaria di Gozzano classe IA-IB
Scuola Primaria Armeno classe IV
Scuola Primaria di Pettenasco classe V
Scuola Primaria di San Maurizio d`Opaglio classe VA-VB
Scuola Primaria di San Maurizio d`Opaglio classe IA-IB
Scuola Primaria di San Maurizio d`Opaglio classe IIB
Scuola Secondaria di I grado Orta classe II
Primaria Alzo di Pella classe I-II
Scuola Bolzano Novarese classe III-IV-V

7 classi del novarese di scuola Primaria o Secondaria di I grado

Modalità di svolgimento:
Alle classi che aderiranno verranno proposte attività in classe cui faranno seguito il lavoro degli studenti coordinati dagli insegnanti.
Gli interventi saranno progettati in modo tale da affrontare il tema secondo un approccio multidisciplinare, modulato a seconda dell’età degli studenti e delle differenti realtà proposte sul territorio, in modo che ciascuno possa trovare i propri spunti di approfondimento.
Negli interventi troveranno ampio spazio momenti dimostrativi e di sperimentazione diretta da parte dei destinatari, per un apprendimento più facile ed un coinvolgimento emotivo nelle attività proposte.
Nella realizzazione dei laboratori nelle classi, verrà privilegiato l’utilizzo di materiali di recupero, rifiuti o materiali poveri e naturali. Per la realizzazione dei documenti verrà utilizzata carta ecologica, con attenzione a limitarne l’uso privilegiando i formati elettronici.
L’Ecomuseo per svolgere gli interventi si avvale di un gruppo di operatori qualificati, specializzati nelle diverse aree disciplinari.

Attività proposte
Le classi del territorio cusiano aderenti seguiranno un percorso così strutturato:  un incontro introduttivo, due laboratori della durata di 2h ciascuno tenuti da Ecomuseo, un intervento/laboratorio tenuto da Abacashì della durata di 2h.

Incontro introduttivo:

- Italia in 150 sapori
Partendo dalle esperienze quotidiane dei ragazzi e dalle loro abitudini alimentari, attraverso una serie di giochi, si traccerà la storia e la provenienza di alcuni cibi comuni, cercando di capire come sono cambiate le abitudini alimentari degli italiani nel tempo.

Doppio laboratorio, 2 incontri di 2 ore:

- I colori dei sapori
Frutta e verdura spesso non sono i cibi più amati dai ragazzi, ma lo diventano se sono scoperti attraverso un’ottica insolita e divertente. Frullati di frutta e verdura saranno utilizzati per produrre acquarelli, per costruire opere d’are belle da vedere e buone da mangiare.
Le spezie saranno usate come pigmenti per realizzare quadri da annusare prima che da guardare.
Infine saranno ricostruiti piatti e alimenti, secondo la fantasia dei ragazzi, in gommapiuma.

Un laboratorio di 2 ore a cura di Abacashì

-Tramite simulazioni e giochi di ruolo i ragazzi avranno la possibilità di sperimentare la storia e la filiera di alcuni prodotti alimentari (es. cacao o riso) che poi andranno a lavorare per produrre semplici dolci o opere d’arte.

Le classi del territorio novarese aderenti seguiranno invece un percorso così strutturato: un incontro introduttivo e due laboratori della durata di 2h tenuti da Abacashì e un intervento/laboratorio della durata di 2h tenuto da Ecomuseo.

Tutti gli interventi saranno modulati a seconda dell’età e delle esigenze degli studenti.

Per Informazioni:
Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone
Via Fara, 7/a – 28028 Pettenasco (NO)
Tel 0323.89621 Fax 0323.888621
ecomuseo@lagodorta.net
www.lagodorta.net 


Versione stampabile

allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | Amici dell`ecomuseo
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | Concorsi
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.