Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  

Torna a >Progetti didattici

02 _ 2011/2012 BOSCO E TRADIZIONE
 

PROGETTO INTERREG Terre Alte Documenta
BOSCO E TRADIZIONI

Sintesi del progetto:
Il progetto intende studiare l’ambiente naturale nelle sue relazioni con l’attività umana nel tempo. Ha lo scopo di evidenziare una relazione dinamica all’interno della quale l’uomo ha modificato l’ambiente naturale, adattando al contempo se stesso e la propria cultura, materiale ed immateriale, alle caratteristiche ambientali del territorio.

Obiettivi:
L’ecomuseo propone una serie di interventi, che mirano a coinvolgere gli studenti e gli insegnanti delle scuole del territorio, nonché tutte le persone interessate al tema a fare da stimolo per:
- Aumentare l’attenzione nei confronti del territorio
- Cambiare i comportamenti nei confronti dell’ambiente
- Riflettere sulla consequenzialità tra azione conseguenze
- Riflettere sul possibile sviluppo sostenibile
- Diventare consapevoli dell’importanza di conservazione e salvaguardia della memoria e dell’ambiente

Modalità di svolgimento:
Alle classi che aderiranno verranno proposte attività in classe e sul territorio, cui faranno seguito il lavoro degli studenti coordinati dagli insegnanti. I materiali restituiti all’Ecomuseo verranno riordinati per porre a confronto l’esperienza italiana con quella svizzera.
Gli interventi saranno progettati in modo tale da affrontare il tema secondo un approccio multidisciplinare, connesso ai diversi siti dell’Ecomuseo e alle differenti realtà proposte sul territorio, in modo che ciascuno possa trovare i propri spunti di approfondimento.
Negli interventi troveranno ampio spazio momenti dimostrativi e di sperimentazione diretta da parte dei destinatari, per un apprendimento più facile ed un coinvolgimento emotivo nelle attività proposte.
L’Ecomuseo per svolgere gli interventi si avvale di un gruppo di operatori qualificati, specializzati nelle diverse aree disciplinari.


Attività proposte
Le classi hanno la possibilità di scegliere, in base all’età degli studenti e alla chiave di lettura prescelta una composizione che sarà formata da una lezione in classe, un laboratorio in classe e una visita o un’uscita sul territorio. Nel costruire il proprio percorso può essere d’aiuto scegliere una linea tematica tra quelle proposte (ambiente/ecologia, tecnologia/etnografia, alimentazione, antropologia)

Lezioni:
- Paesaggio in movimento (ambiente/ecologia).
Il tempo, le condizioni climatiche, ma soprattutto le azioni dell’uomo, hanno contribuito a formare quello che oggi è il paesaggio che ci circonda. Il bosco, che spesso viene percepito come espressione di una Natura “selvaggia”, in quanto lasciata a se stessa, è stato anch’esso modificato e plasmato dall’azione dell’uomo.

- Il legno si trasforma (tecnologia/etnografia)
Un incontro per scoprire cos’è il legno, come viene lavorato, quali sono le caratteristiche dei diversi tipi di legno e quali le tecniche di lavorazione artigianali

- Un bosco da mangiare (alimentazione)
Partendo dalle esperienze e dalle conoscenze dei ragazzi, si individuano quali potevano essere le risorse alimentari presenti nei nostri boschi e utilizzate dall’uomo nei secoli passati. Verranno illustrati gli aspetti fondamentali del riconoscimento di alcune specie commestibili

- Un bosco da fiaba (antropologia)
Il bosco è il luogo di passaggio per eccellenza, il territorio dove si arresta l’influenza umana, dove vivono i mostri e i pericoli da affrontare. Attraversare o vivere nel bosco è la condizione necessaria per diventare adulti. Una lezione alla scoperta delle origini delle fiabe e dei miti legati ai boschi per compiere un viaggio tra storie, simboli, credenze, al termine del quale i ragazzi dovranno inventare il loro “abitante” del bosco.

- Uomini dei boschi (antropologia)
Ovunque nel mondo l’uomo è un distruttore di foreste, ma anche un “coltivatore di boschi”, dal momento che se ne prende cura con un lavoro quotidiano  e pratiche tradizionali. Verranno presentati ai ragazzi diversi stili di vita e di rapporto con il bosco, contestualizzati nel loro ambito geografico e culturale. I ragazzi verranno coinvolti nel proporre in prima persona delle soluzioni pratiche alle problematiche presentate e le loro proposte saranno confrontate con quelle effettivamente adottate in alcuni esempi di progetti di recupero e conservazione.

Uscite

- Visita al museo Etnografico di Quarna e al Mulino delle Batine (tutte le linee tematiche).
Visita al Museo Etnografico di Quarna Sotto dove sono stati ricostruiti gli ambienti delle case tradizionali, un laboratorio di falegnameria e un telaio per la lavorazione della canapa. La visita si completa con l’escursione al Mulino delle Batine, dove si può assistere alla macinatura dei cereali, per toccare con mano le condizioni di vita della società contadina.

- Visita al Sacro Monte di Orta (alimentazione o antropologia).
In un luogo dove l’elemento vegetale viene vissuto nella sua dimensione più spirituale e simbolica, gli alunni, attraverso “l’orto dei semplici” potranno riscoprire le proprietà alimentari e curative delle erbe, ma anche le leggende e i simboli che si nascondono dietro le piante. All’atto della prenotazione è necessario scegliere quale delle due chiavi di lettura si intende approfondire durante la visita.


- Museo dell’Arte della Tornitura del Legno (tecnologia/etnografia).
All’interno di un’antica torneria idraulica sono documentati gli attrezzi e la produzione di oggetti in legno dell’artigianato cusiano. Una visita per scoprire cos’è il tornio, quali oggetti può produrre e quali erano le condizioni di lavoro in una torneria.Abbinata alla visita un gioco divertente per stimolare la curiosità e lo spirito di osservazione degli alunni

- Museo Etnografico e dell’Artigianato della Valle Strona (tecnologia/etnografia).
Una torneria ristrutturata permette di comprendere quanto la vita e l’economia della Valle Strona fosse ed è tutt’ora legata al legno.

- Passeggiata con l’asino ad Arola (ambiente/ecologia).
Guidati da un accompagnatore naturalistico si percorre un anello nella campagna e nei boschi di Arola in compagnia di quello che è stato per secoli un aiuto imprescindibile per l’uomo: l’asino. I ragazzi avranno la possibilità di familiarizzare e di condurre a turno l’asino, mentre si procede alla scoperta del bosco, con un occhio attento anche alle sue problematiche attuali.

- Alla scoperta dei massi coppellati a Monte Zuoli, Pella o Bugnate (ambiente/ecologia o antropologia).
Al di fuori dei centri abitati del territorio cusiano si incontrano  grandi massi erratici su cui l’uomo della preistoria ha inciso coppelle e canalette. Si tratta quasi sicuramente di antichi luoghi di culto tutt’ora avvolti da un alone di mistero e intorno ai quali nel corso dei secoli si sono moltiplicate le leggende. Un’escursione per scoprire gli aspetti segreti e leggendari dei nostri boschi. All’atto della prenotazione è necessario specificare dove si intende effettuare l’uscita.

- Il bosco in tutti i sensi (ambiente/ecologia)
Una serie di attività espereinziali da svolgere sul terreno i in classe, in cui mettere in gioco i 5 sensi per riconoscere gli elementi del bosco: foglie, frutti, cortecce, fiori, tracce di animali. Ideale per le classi che hanno maggiori problemi con lo spostamento. In caso di maltempo, l’attività può svolgersi in aula con l’ausilio del materiale fornito dall’operatore.

- Un bosco da mangiare (alimentazione)
Un’uscita nelle aree naturali più vicine alla scuola, osservazione e riconoscimento delle specie commestibili con l’aiuto dell’esperto; compilazione delle schede e raccolta di dati e di campioni. Ideale per le classi che hanno maggiori problemi con lo spostamento.

Laboratori

- Costruire giochi e giocattoli di legno (tecnologia/etnografia).
Utilizzare gli scarti di lavorazione di una falegnameria per creare dei semplici giochi. Saranno realizzati oggetti che si potranno effettivamente utilizzare e resteranno alla scuola. I giochi saranno interamente realizzati con prodotti riciclati

- Arte di bosco (antropologa)
A partire da quello che il bosco può offrire, ramoscelli, foglie secche, pigne… Verranno costruiti oggetti artistici e giochi come campane a vento e pupazzetti. I materiali prodotti rimarranno alla scuola.

- Di erbe e di latte (alimentazione).
Dopo aver raccolto erbe e fiori commestibili, i ragazzi faranno in classe, in modo semplice e divertente, il burro artigianale, da arricchire e aromatizzare secondo fantasia. Si confronterà quanto preparato con del burro acquistato, notando le differenze di colore e consistenza. Gli alunni potranno portare a casa una parte di burro

- Sapone ai fiori (tecnologia/etnografia)
Si raccolgono erbe e fiori aromatici. Dopo una breve introduzione per spiegare com’era fatto un tempo il sapone, ad esempio a partire dalla cenere, si decoreranno vecchie saponette di sapone di Marsiglia. Gli alunni potranno portare a casa quanto prodotto.

- I sensi del bosco (ambiente/ecologia)
Tatto, olfatto, udito e vista saranno coinvolti per imparare a riconoscere e a descrivere diversi particolari dell’ambiente bosco (foglie, pezzi di corteccia, frutti, piume di uccelli, ossa di animali, registrazioni di rumori del bosco). Una serie di attività, dunque, per risvegliare i sensi e vedere la foresta con nuovi punti di vista.

- Costruire mangiatoie e nidi per gli uccelli da giardino (ambiente/ecologia).
Utilizzare semplici materiali di riciclaggio per creare mangiatoie o nidi artificiali. Durante il laboratorio sarà possibile far conoscere quali sono i più comuni uccelli che si possono osservare nel giardino o nel cortile della scuola.

Un’ideale prosecuzione...
Le classi partecipanti a “Bosco e tradizioni” possono aderire anche a “Museo di classe” progetto che ha l’obiettivo di avvicinare i ragazzi al concetto di “bene comune” attraverso la realizzazione di un museo di classe. Alcune lezioni laboratoriali permetteranno ai ragazzi di allestire un loro museo che verta su qualcosa che venga percepito come bene comune della classe. Per le classi che aderisco a “Bosco e tradizioni” sarà presentato un percorso che permetta loro di allestire una mostra con i materiali prodotti all’interno del progetto stesso.

Elenco delle classi partecipanti:

Scuola Primaria di Soriso pluriclasse dalla I alla V
Scuola Primaria Anna Frank di Arona classe IIA
Scuola Primaria Briga Novarese classe II
Scuola Primaria Briga Novarese classe III
Scuola Primaria di Armeno classe I
Scuola Primaria di Armeno classe II
Scuola Primaria di Pettenasco classe III - IV
Scuola Infanzia Legro sezione A
Scuola Infanzia Legro sezione B
Scuola Secondaria di I grado Omegna classe IIA
Scuola Secondaria di I grado Omegna classe IIB
Infanzia Ameno
Scuola Primaria San Maurizio d`Opaglio classe III
Scuola Primaria San Maurizio d`Opaglio classe IV
Scuola Primaria Quarna pluriclasse
Scuola Primaria di Germagno pluriclasse
Scuola Primaria di Cireggio classe IIIA-IIIB
Scuola Primaria di Bagnella classe IV - V
Scuola Primaria di Parruzzaro classe III
Scuola Primaria di Feriolo classe IV
Scuola Primaria Madonna del Popolo classe II
Scuola Primaria De Amicis Omegna classe V
Infanzia Agrano
Infanzia Nonio
Scuola Primaria Orta San Giulio classe III-IV-V
Scuola Primaria di Gozzano classe IVA
Scuola Primaria Agrano classe I-II

Tutti gli interventi saranno modulati a seconda dell’età e delle esigenze degli studenti.

Per Informazioni:
Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone
Via Fara, 7/a – 28028 Pettenasco (NO)
Tel 0323.89621 Fax 0323.888621
ecomuseo@lagodorta.net
www.lagodorta.net 

 

 

 

 

 

 


Versione stampabile

allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | Amici dell`ecomuseo
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | Concorsi
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.